itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo della Ceramica di Mondovì

L’allestimento permanente delle collezioni ceramiche distribuite nelle 17 sale dei piani nobili del Palazzo. Le sale espositive, ricche di affreschi, stucchi, tappezzerie, specchiere, camini, sapientemente restaurati, si affacciano con una vista superba su Piazza Maggiore, sulle Alpi Marittime e sulle colline delle Langhe.

Sono esposti oltre seicento pezzi ceramici distribuiti su quasi 600 metri quadrati; duemila pezzi sono poi custoditi nei depositi visitabili, destinati a studiosi, collezionisti, cultori della materia. Le ceramiche provengono dalle collezioni di Marco Levi (1910-2001), ultimo proprietario e direttore della fabbrica “Vedova Besio e figlio”, e di Carlo Baggioli.

Quella di Baggioli (la più ricca collezione di ceramiche del distretto monregalese) era stata acquistata negli anni Novanta del secolo scorso da Marco Levi, che l’aveva poi donata insieme alla propria alla Fondazione Museo della Ceramica “Vecchia Mondovì”.

Sin da allora Marco Levi aveva coltivato il sogno di preservare e trasmettere la memoria storica di una plurisecolare esperienza artistica e industriale e di farla rivivere in una prestigiosa sede museale. Alzata con manico “a tortiglione” in terraglia tenera.
Manifattura di Mondovì. Prima metà del XIX secolo.

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Piazza Maggiore, 1 - Palazzo Fauzone di Germagnano
  • 12084 Mondovì - Cuneo

Contatti

  • Telefono: +39 0174 481519
  • Fax: +39 0174 481518
Lunedì, 17 Agosto 2015

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.