itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo della Basilica di Sant'Angelo Lodigiano

Ben conservato è il paliotto d'altare (secolo XVIII) in canneté di seta con una ricca decorazione broccata in oro e seta policroma con, al centro, in un ricamo, la figura di Sant'Antonio abate, compatrono della città. Un grande baldacchino professionale, a otto aste, immette nella sala centrale del museo, in cui sono esposti esempi di suppellettili liturgiche, un'interessante collezione di reliquie e reliquiari che fanno parte del "lascito Cremascoli" (1882) che contava 3.600 reliquie e quella proveniente dalla collezione di Antonio Piacentini.

Fra gli oggetti liturgici di particolare interesse un calice in argento fuso cesellato (secolo XVIII) e un secchiello in lamina d'argento con l'incisione dell'acronimo "Gra.Car" Gratiarum Carthusiae, motto dell'ordine dei frati Certosini. Al centro della sala un grande portale ligneo opera dello scultore Giuseppe Antonimi del 1869 e un "parato" in velluto del 1600. Fra le sculture, il museo espone due pregevoli crocifissioni: un grande crocifisso della prima metà del secolo XV, una delle poche sculture lignee policrome di quest'epoca che per ora si conoscono nell'area del Lodigiano, e un suggestivo crocifisso del secolo XVII. Di sicuro valore artistico le due tele esposte: San Pietro apostolo (secolo XVII) e quello rappresentante San Carlo Borromeo (seconda metà del secolo XVII), ambedue di autori ignoti.

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Via Umberto I
  • 26866 Sant'Angelo Lodigiano - Lodi

Contatti

  • Telefono: +39 0371 90778
Domenica, 24 Aprile 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.