itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo degli zattieri del Piave

Il museo si sviluppa su dieci sale e illustra tutti gli aspetti riguardanti il taglio, trasporto e trasferimento di grandi quantità di legname, durato secoli, fatto fluitare, prima liberamente e poi legato in zattere, dalle vallate della provincia di Belluno verso la pianura veneta e soprattutto verso Venezia, lungo quella che era la via maestra per i trasporti, il fiume Piave. Venezia appoggia le sue fondamenta su milioni di tronchi infissi sul fondo della laguna, provenienti in gran parte dai boschi del Bellunese. Il legname è servito altresì per la costruzione delle case dei palazzi e delle navi di Venezia.

Le collezioni sono costituite da una raccolta completa delle attrezzature che un tempo servivano al taglio, trasporto, fluitazione fino alle segherie, segagione del legname e successiva costruzione delle zattere. In particolare, oltre agli attrezzi usati un tempo dai boscaioli, dai carradori, dai menadàs, dai segantini e dagli zattieri, il museo possiede una slitta per il trasporto dei tronchi, modelli delle risine, delle stue, del battipalo, dei cidoli, delle segherie e numerosi modelli di zattere del Piave fra cui il "raso" zattera costituita da alberature delle navi.

Un’antica segheria alla veneziana funzionante datata 1883 ricostruita sul piazzale del museo completa il quadro. Il Museo è anche Centro Internazionale di Studi sulle zattere che hanno navigato su tutti i fiumi del mondo.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Gianni D'Incà, 1
  • 32010 Longarone - Belluno

Contatti

  • Telefono: +39 0437 772373
  • Fax: +39 0437 772373
Mercoledì, 09 Maggio 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.