itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo Civico Archeologico di Remedello

Il Museo Civico Archeologico di Remedello trova sede nella ex Chiesa dei Disciplini, sorta verso la fine del 1400 e decorata da un imponente ciclo di affreschi incentrato sulle storie della vita di Gesù, opera del pittore locale Orazio De Rossi.

L'esposizione dei materiali di proprietà statale è organizzata in senso cronologico, con reperti e contesti che testimoniano il popolamento del territorio di Remedello dal Neolitico fino all'Alto Medioevo. Importanti resti di un abitato di un momento antico del periodo neolitico (gruppo del Vho) provengono dalla località Cascina Bocche di Isorella.

L'età del Rame è testimoniata da una sepoltura femminile rannicchiata scoperta al Dovarese (scavi Barfield 1986), da numerosissimi strumenti di selce da varie località di Remedello e di Cadimarco di Fiesse, dai vasi campaniformi del Dovarese e della località Gardoncino di Isorella e da un'ascia a occhio in rame puro ritrovata nel letto del Chiese, presso Acquafredda.

Le testimonianze del territorio dell'età del Bronzo cominciano con la fase finale del Bronzo Antico (ceramiche e tavoletta enigmatica da Pellissare di Casalpoglio); in progetto di esposizione del materiale dell'insediamento del Bronzo Medio della località Gardoncino (Isorella) e quello dell'abitato Del Bronzo Recente di Carpenedolo, Campo Chiusarino. Presso il Museo sono inoltre conservate cinque importanti spade di bronzo, da interpretare forse come l'offerta a una divinità delle acque. Quattro di esse (Bronzo Medio) sono state rinvenute nel letto del Chiese, tra Carpenedolo e Remedello, la quinta (inizio del Bronzo Finale) è stata trovata nei pressi dell'alveo del Mella, a Pavone.

L'età del Bronzo Finale è ampiamente documentata dallo scavo dell'abitato di Casalmoro, attivo nei secoli XII e XI a.C.
Alla lacuna di testimonianze pertinenti ai secoli IX e VIII a.C. fanno seguito altri ritrovamenti del Dovarese (Barfield 1986): tombe a inumazione del VI sec. a.C., con materiali inquadrabili nell+IBk-ambito dell+IBk-Etruria padana. Al V sec. a.C. risale invece una fibula di tipo Certosa proveniente da ricerche di superficie in località Colombaie di Isorella.

Al II sec. a.C. risale la necropoli cenomane di Remedello Sopra, loc. Tagliate, costituita da due tombe di guerriero, caratterizzate da spada con fodero, punta di lancia, umbone, coltello, fibule, monete e , nella tomba 2, da una borraccia. Al periodo tra il La Tène D e l'antica età imperiale risale la necropoli della località Corte di Remedello Sotto.

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Via P. Cappellazzi, 1 - ex Chiesa dei Disciplini
  • 25010 Remedello - Brescia

Contatti

  • Telefono: +39 030 957477
  • Fax: +39 030 9953929
Lunedì, 14 Settembre 2015

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.