itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo Civico "A. Parazzi"

I reperti archeologici iniziano col Neolitico della cultura dei Vasi a Bocca Quadrata (V.B.Q.), riferibili alle tre fasi (3900 e 3200 a.C.): geometrico-lineare, meandro spiralico e a incisioni e impressioni o Nord Alpina, la più rappresentata.

I reperti provengono prevalentemente da scavi stratigrafici (1977-1980) di Belforte (Gazzuolo), Rivarolo Mantovano e Casatico (Marcaria) eseguiti dai fratelli Anghinelli. Testimonianze Eneolitiche sono le due sepolture la prima, di tipo inumato rannicchiato, da Remedello (BS), mentre la seconda, a inumazione in posizione supina, da Spineda. Ben rappresentata è l'Età del Bronzo con reperti di buona qualità riguardanti la cultura terramaricola (ca. 1500-1330 a.C.).

La maggior parte è frutto di regolari scavi stratigrafici effettuati da Parazzi nell'Ottocento. Di buona qualità sono i reperti del Periodo Romano rinvenuti nei pressi degli incroci delle direttrici di divisione (centuriazione a partire dal II sec. a.C.) dei terreni dell'agro cremonese, cui il viadanese appartiene. La sezione archeologica si completa con una collezione egizia di statuette, bronzee nella maggior parte, di epoca tarda o tolemaica e da reperti etrusco-italici comprendenti statuette e ceramiche, tra le quali anche alcuni esemplari attici di notevole interesse.

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Via Matteotti, 5
  • 46019 Viadana - Mantova

Contatti

  • Telefono: +39 0375 820900
Sabato, 09 Novembre 2013

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.