itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Cenacolo di Andrea del Sarto

Il Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto si trova a Firenze, accessibile da via di San Salvi. Si tratta del refettorio dell'antico convento annesso alla chiesa di San Salvi.

Già nel 1845, in una parte del convento di San Salvi, veniva aperto un museo con opere di provenienza varia raccolte attorno all'affresco di Andrea del Sarto, soprattutto frutto di spoliazioni nelle chiese e nei numerosi monasteri soppressi a Firenze e nei dintorni. Oggi, pur con sostituzioni e riallestimenti, possiamo ammirare il frutto dell'ultima configurazione del museo risalente al 1981.

Nel lungo corridoio dopo l'entrata sono disposte alcune grandi pale d'altare manieriste e di periodo più tardo di pittori toscani, opere di notevole impatto visivo valorizzate dall'allestimento che mette a confronto artisti diversi ma con affinità stilistiche. Fra gli artisti presenti figurano il Franciabigio, Giovanni Antonio Sogliani, Michele di Ridolfo, Ridolfo del Ghirlandaio, Francesco Brina, Giorgio Vasari, Raffaellino del Garbo, il Poppi, il Ceraiolo, il Bachiacca, Francesco Foschi, Giuliano Bugiardini e altri. Le opere sono state gradualmente restaurate grazie all'Opificio delle Pietre Dure e alcune mostrano i segni di un restauro in corso e da completare.

Il museo si articola su 4 ambienti: la galleria dei manieristi, con al termine una sala dedicata al Monumento funebre di San Giovanni Gualberto di Benedetto da Rovezzano, il lavabo, la stanza del camino (ex-cucina) e il refettorio, nel quale sono conservate le opere più importanti di Andrea del Sarto e di Pontormo, davanti al grande Cenacolo.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via di San Salvi,16
  • 50135 Firenze

Contatti

  • Telefono: +39 055 2388603
Giovedì, 16 Agosto 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.