itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Castello Estense di Montecchio

Il primitivo nucleo fortificato, il "Vetus Castrum" risale all'epoca matildica, come si desume da un documento autografo della grande contessa, datato 1114. Il luogo era però abitato in tempi più antichi, come è dimostrato da numerosi reperti alto-medioevali tra cui la necropoli carolingia sec. VIII-X visitabile nei sotterranei. Il Castello di Montecchio è una delle più interessanti architetture fortificate sorte in epoca matildica. Fu più volte assediato durante le lotte comunali, ma certo fu saldamente fortificato ad opera dei signori locali, i Vicedomini, se nel 1296 il potente Azzo d'Este lo assediò senza esito.

Nel corso del XVIII secolo furono intrapresi altri lavori nella rocca. Nel 1752 si procedette all'allestimento di un teatro, collocato in una sala presso la galleria che collegava il castello alla "Rotonda". Un secolo più tardi gli interventi furono invece finalizzati alla costruzione della sequenza di portici prospicienti la piazza. La rocca, dotata di fossato (che sarà presto riaperto), chiudeva il lato di ponente dell'abitato, trovandosi così al centro di un vasto recinto fortificato, con muratura a scarpa e bastioni circolari agli angoli.

La parte più antica, tuttora visibile, è costituita dalla torre del mastio o torre dell'orologio di impianto duecentesco collegata ad una torre minore e agli spalti sul lato di nord-ovest. Entrambe sono provviste di un giro completo di piombatoi e di merlatura ghibellina coperta dal tetto. Il circuito delle mura urbane, di cui sopravvivono parti delle cortine, era costituito da un muro con scarpa, dotato di torri quadrangolari agli angoli e rompitratta lungo i lati.

Posta al terzo livello della Torre, la nuova collezione di Armi Antiche presenta circa 150 pezzi di grande valore: pistole, fucili, armi da guerra, spade, fioretti, elmetti, contenitori per polvere da sparo, strumenti da puntamento e altri oggetti in uso, a partire dai primi del '700 fino agli inizi del '900. La Sala, composta da otto vetrine collocate su tre livelli della Torre, si completa con l'esposizione di alcune bandiere storiche e di quattro manichini di armati con le divise di soldato austro-ungarico, della guardia civile reggiana, di soldato napoleonico e di ufficiale dell'esercito sabaudo-piemontese.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Alfonso d'Este, 1
  • 42027 Montecchio Emilia - Reggio Emilia

Contatti

  • Telefono: +39 0522 532094
  • Fax: +39 0522 860866
Mercoledì, 30 Maggio 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.