itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Chiesa di Santa Maria della Passione

La chiesa di Santa Maria della Passione fa da sfondo scenografico alla via della Passione, sita poco lontano da San Pietro in Gessate e dal palazzo di giustizia, ed è uno dei più bei monumenti del tardo Rinascimento milanese.

La prima parte ad essere costruita fu quella terminale, costituita da un tiburio ottagonale cui erano collegate otto cappelle, alternativamente a pianta semicircolare o rettangolare (1486). Il primitivo impianto forse concepito da Giovanni Antonio Amadeo, ma realizzato da Giovanni Battagio, era quindi centralizzato, come in molti santuari mariani della Lombardia rinascimentale.

All'interno si trova una vera e propria pinacoteca che esemplifica la scuola tardo cinquecentesca e seicentesca del capoluogo lombardo: artisti come Lomazzo, Bernardino Luini, Gaudenzio Ferrari, Panfilo Nuvolone, Daniele Crespi e Carlo Urbino illustrano, con opere di grande pregio, il delicato passaggio dall’arte manierista a quella contro riformata del periodo borromaico. Splendida è anche la sala capitolare, decorata con tavole ed affreschi d’inizio cinquecento di Ambrogio Bergognone.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Vincenzo Bellini, 2
  • 20122 Milano

Contatti

  • Telefono: +39 02 76021370
Mercoledì, 06 Dicembre 2017

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.