Santuario di Santa Maria della Croce

A progettare il santuario venne chiamato l'architetto lodigiano Giovanni Battagio, allievo del Bramante, comunque formatosi nella modernissima scuola milanese. Attorno al 1500 il Battagio ruppe i rapporti con i fabbriceri e la prosecuzione della fabbrica venne affidata a Giovanni Montanaro.

Il Battagio progettò una costruzione a quei tempi moderna e innovativa a partire dalla pianta a croce greca: un corpo centrale, altro circa 35 metri, circolare all'esterno e ottagonale all'interno, al quale si uniscono quattro corpi minori alti circa 15 metri. Tutto l'edificio è in mattone a vista.

Il corpo principale è diviso verticalmente in quattro ordini: la prima fascia è formata da paraste trabeate con specchiature. La seconda fascia è una galleria con monofore. Molto elaborata la terza fascia composta da triplici arconi a ghiera che compongono grandi bifore con parapetti ornati.

Di notevole fattura le pale d'altare realizzate fra il 1575 ed il 1580: la Natività di Antonio Campi, l'Adorazione dei Magi di Bernardino Campi, la pietà, sempre di Bernardino Campi, l'andata al Calvario di Carlo Urbino.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza Giovanni Paolo II
  • 26013 Crema - Cremona

Contatti

  • Telefono: +39 0373 259597
Domenica, 05 Aprile 2020

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.