itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo Navale Romano

La nascita del museo è legata al ritrovamento di una nave romana del I secolo a.C. a circa due miglia dalla costa ingauna. Nel 1950 furono commissionati i lavori per il recupero dell'eventuale materiale e nella prima fase la nave Artiglio - imbarcazione che effettuò il recupero - portò alla luce dopo quindici giorni di lavoro oltre mille anfore, numerosi vasi, oggetti di bordo e alcuni avanzamenti in legno della stessa nave romana.

Nel 1962 una seconda esplorazione del relitto fu effettuata dalla nave Daino così come altre spedizioni sottomarine negli anni seguenti su incarico e a cura del Centro Sperimentale di Archeologia Sottomarina che proprio ad Albenga ha la sua sede nazionale.

La raccolta completa del museo conserva, oltre ai ritrovamenti della nave romana, anche materiali sottomarini rinvenuti dalle diverse esplorazioni subacquee - dal 1957 in poi - nei fondali circostanti l'isola Gallinara. Nella sala detta "degli affreschi", caratterizzata dalla presenza di portali in ardesia del XVI secolo e un camino, è stata allestita la raccolta dei vasi da farmacia provenienti dall'ospedale di Albenga; la collezione comprende all'incirca un centinaio di pezzi in ceramica bianca e blu - databili tra il XVI e XIX secolo - di fabbricazione savonese e albissolese.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza San Michele, 12
  • 17031 Albenga - Savona

Contatti

  • Telefono: +39 0182 51215
  • Fax: +39 0182 570434
Lunedì, 26 Giugno 2017

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.