itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo Zoologico di Modena

Il Museo, nato sul finire del Settecento come raccolta naturalistica sia di esemplari del territorio modenese che di specie animali esotiche. Per tutto l'Ottocento fino alla metà del Novecento il museo ha progressivamente accresciuto quantità e qualità delle collezioni, anche grazie alle donazioni illustri del duca Francesco IV d'Austria Este, del re Vittorio Emanuele II e di numerosi cittadini e studiosi modenesi.

Oggi il museo espone straordinarie raccolte zoologiche di animali provenienti da tutto il mondo: circa 3500 vertebrati naturalizzati (uccelli, mammiferi, pesci e rettili), di cui un centinaio appartenenti alla fauna vertebrata del modenese, circa 1000 vertebrati conservati sotto liquido (pesci e rettili in particolare), 250 scheletri e parti anatomiche di vertebrati, varie centinaia di invertebrati conservati in alcool o formalina.

Notevoli sono poi le collezioni malacologica ed entomologica, la raccolta Franchini che consiste in una ricca collezione di animali parassiti e velenosi, e la collezione ornitologica di psittaciformi (pappagalli).

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Dip. di Biologia Animale
  • Via Università, 4
  • 41121 Modena

Contatti

  • Telefono: +39 059 2055562
  • Fax: +39 059 2055548
Venerdì, 27 Maggio 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.