itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Cimitero monumentale della Certosa di Ferrara

Il cimitero monumentale della Certosa di Ferrara è il cimitero principale della città, situato all'interno della cinta muraria di Ferrara, incluso nell'area dell'Addizione Erculea.

Il primo Gran Claustro (Chiostro Grande), al fianco sud della Chiesa di San Cristoforo alla Certosa, venne edificato da Pietrobono Brasavola in circa dieci anni a partire dal 1452, e il suo modello di arcata nel loggiato venne poi ripreso dall'architetto Canonici nella sua opera di ampliamento ottocentesca. Al suo centro, sul fondo, è situato il monumento funebre a Borso d'Este. Il sarcofago quattrocentesco si ammira oggi all'interno del famedio che venne eretto in seguito. Accanto, in un periodo antecendente all'Addizione Erculea, partiva un'antica stradina di campagna che arrivava alla zona dell'attuale piazza Ariostea.

Al fianco nord della Chiesa, più vicino alle mura, negli anni trenta venne edificato il secondo Gran Claustro. Venne progettato nel 1933 da Carlo Savonuzzi ma solo dopo il secondo conflitto mondiale, il 20 agosto 1956, iniziò il completamento dell'opera con l'edificazione di un Famedio destinato principalmente ai Caduti durante la prima e la seconda guerra mondiale. Nel cimitero monumentale sono presenti molti monumenti funebri di personalità importanti o opera di artisti famosi.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Borso
  • 44121 Ferrara
Giovedì, 14 Dicembre 2017

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.