Rocca di Montese

Il Castello di Montese è citato per la prima volta in un documento del 1178 e fin dal 1212 l'imperatore Ottone IV lo diede in feudo ai Montecuccoli. Nel 1697 Ferrante Montecuccoli permutò il feudo di Montese con altri beni, rimettendolo alla camera ducale. In seguito ne furono investiti dapprima il marchese Benedetto Salvatici e quindi i Malaspina.

La torre fu completamente riedificata nel 1393 ma già nel cinquecento, con le sanguinose lotte tra famiglie rivali, iniziò un lento processo di degrado del castello e da una relazione stilata dall'ingegnere ducale Antonio Vandelli, emerge che, a tale data, la rocca attigua alla torre era ormai demolita e ne rimanevano i soli muri esterni. Nel 1840, rimuovendo le macerie della rocca, fu creato l'attuale spiazzo antistante il palazzo comitale e vennero ricostruite le mura inserendovi gli spalti. Fu poi effettuato un restauro alla fine dell'800 ma i bombardamenti dell'ultima guerra compromisero pesantemente la conservazione del castello fino a quando, negli anni '70, fu restaurato definitivamente. Ora ospita diverse collezioni fra cui è da segnalare il museo storico con raccolta di oggetti della civiltà e di reperti della seconda guerra mondiale.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via P. Cuoghi, 38
  • 41055 Montese - Modena

Contatti

  • Telefono: +39 059 971122
Martedì, 25 Settembre 2018

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.

Scopri musei e monumenti