itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Basilica Madonna del Soccorso

Fondata nel 1108 da Giulietta la Normanna, figlia del conte Ruggero al centro dell'antico quartiere Ruccera. Signora di Sciacca dal 1100 al 1136, incarna le vicende personali con Roberto I di Bassavilla, legame osteggiato dal padre, con quelle della peccatrice penitente, alla quale volle dedicare il tempio più grande fra quelli patrocinati ed edificati nella Signoria di Sciacca.

Un'altra versione attribuisce l'edificazione al padre Ruggero d'Altavilla quale voto di ringraziamento alla Vergine Maria sotto il titolo dell'«Assunta». Era consuetudine dei membri del casato d'Altavilla innalzare chiese e cattedrali nei luoghi teatro delle più cruente battaglie contro l'invasore arabo, evento che si incardina nel lungo processo di ricristianizzazione dell'isola.

La progettazione della medievale costruzione è affidata ad Isidoro Incisa. Del primitivo impianto sono pervenute le poderose absidi rivolte ad oriente e i poderosi archi gotici quattrocenteschi.

La chiesa presentava l'impianto a croce latina con tre ampie navate, monumentali archi in stile normanno e colonne ioniche. Il 15 dicembre 1656 si verificò il crollo di un cantonale che interessò la facciata. Un lungo dibattimento portò ad una conclusione: ricostruzione sulle fondamenta normanne mantenendo intatte le absidi e gli archi gotici.

La riedificazione del tempio fu eseguita negli anni a cavallo il 1656 e il 1686 su progetto di Michele Blasco. Alle opere di ripristino seguì la dedicazione alla Beata Vergine Maria del Soccorso, proclamata nuova patrona di Sciacca.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Piazza Don Minzoni
  • 92019 Sciacca - Agrigento

Contatti

  • Telefono: +39 0925 21693
Martedì, 16 Luglio 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.

Scopri musei e monumenti