itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Castello De Falconibus

Il castello si sviluppa su 3 piani e ha pianta quadrangolare e 5 torri di diverse basi e dimensioni. Il castello era inizialmente formato dalla sola Torre Quadrata (o Torre Massima) che attualmente si affaccia su Piazza Castello ed era adibito a tenuta di caccia. Nel 1100 d.C. la popolazione locale, probabilmente spinta dalle continue scorribande dei pirati, si spostò dalla costa verso l'interno e trovò rifugio nella torre, non visibile dalla costa. I De Falconibus acquistarono la torre semifatiscente e ampliarono lo stabile costruendo le altre 4 torri.

Nel 1274 il castello e il feudo erano possesso della famiglia Sambiasi, nel 1350 passarono a F. Dell'Antognietta che, successivamente, vendette il castello ad Ercole Petugy, che ricostruì la Torre Quadrata. Ci fu, successivamente, il ritorno dei De Falconibus che, dopo la distruzione del castello avvenuta nel 1388, iniziarono a ricostruirlo nel 1400, terminando i lavori nel 1435[26]. Per questo motivo, tuttora il castello è chiamato "Castello De Falconibus". Da qui parte un sottopassaggio (ora murato) che lo collega al castello di Leporano e al mare. Il castello, passato nelle proprietà dei Muscettola dopo essere stato possesso di altre famiglie, era munito di un fossato e di un ponte levatoio. Ai primi dell'ottocento, per volere di Gioacchino Murat i tre cannoni che vi erano ospitati furono trasferiti a Taranto per essere impiegati nella difesa della città contro gli spagnoli.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Via Costantinopoli, 10
  • 74026 Pulsano - Taranto

Contatti

  • Telefono: +39 099 5339036
Sabato, 23 Marzo 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.

Scopri nuovi Castelli e Rocche

Luoghi della Cultura