itzh-CNenfrdeiwjaptrues


Museo Irpino

Collocato al piano terra del Palazzo della Cultura, è una tappa obbligata per chi voglia accostarsi alla conoscenza del territorio e della sua storia antica.
Oltre ai reperti appartenenti alla collezione Zigarelli la sezione offre una vasta e ricca documentazione archeologica sulle varie fasi di insediamento in Irpinia, dalla Preistoria alla Tarda età romana, con un allestimento che segue un criterio storico- cronologico a cui si affianca una rigorosa collocazione geografica dei siti sul territorio con le specificità in età antica. Tra i vari nuclei espositivi che caratterizzano tale sezione, il materiale più importante è senza dubbio quello dedicato alla divinità italica Mefite, il cui santuario meta di pellegrinaggi e di offerte a partire dal VI secolo a.C., era localizzato nella Valle d’Ansanto nei pressi di Rocca San Felice. Il rinvenimento per eccellenza fatto nel luogo considerato dagli antichi “Porta d’ingresso agli Inferi” per le sue particolari caratteristiche geofisiche è stato una ricca stipe votiva costituita da oggetti d’ambra, d’oro, bronzo, statuette fittili e di legno, ceramiche, monete ed armi, per la maggior parte doni offerti alla dea.

Fra tutti questi materiali, il reperto più interessante e originale è il cosiddetto Xoanon, una statua di legno ben conservata rinvenuta nel torrente adiacente al lago di gesso e metano che sorgeva ai piedi del santuario. Un corpo allungato a forma di stele con due linee incrociate incise all’altezza del petto, braccia accennate e un volto triangolare su cui spiccano due occhi spalancati sono le caratteristiche della statua che, probabilmente, rappresentava un uomo irpino-sannita nel suo tipico abbigliamento.

Collocato in uno dei cortili esterni del Carcere Borbonico in corrispondenza del primo padiglione maschile, il lapidario del Museo Irpino è costituito da numerose epigrafi per la maggior parte sepolcrali, ma anche da iscrizioni onorarie a carattere sacro e pubblico, da frammenti architettonici appartenenti per la maggior parte ad opere pubbliche, da firme, sigle, contrassegni e sarcofagi.

Si consiglia di verificare la corrispondenza degli orari di apertura contattando direttamente la struttura.

Indirizzo

  • Corso Europa - Palazzo della Cultura
  • 83100 Avellino

Contatti

  • Telefono: +39 0825 790733
Mercoledì, 17 Luglio 2019

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.