itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Museo Diocesano di Ariano Irpino

Il Museo presenta opere pittoriche (del ‘600 e ‘700 napoletano). Spicca "l’Annunciazione" del pittore fiammingo Wenzel Cobergher, nato ad Anversa nel 1561 e morto a Bruxelles nel 1634. Sono in esposizione opere lignee e marmoree dei soppressi Enti ecclesiastici della Diocesi. Oggetti ed arredi sacri - Documenti d’archivio della curia vescovile e del capitolo della Cattedrale.

Di particolare interesse è la statua d’argento, probabilmente del XVII secolo, in onore di S. Ottone, patrono della città. Poggia su una base ottagonale in legno, rivestita con pannelli o lamine d’argento e rafforzata negli angoli con cornice negli spigoli con cartocci di ottone dorato, ottenuti mediante getto. Su di essi è inciso lo stemma della città di Ariano. Nei quattro pannelli lavorati a sbalzo, vi è la rappresentazione di fatti significativi della vita del Santo. Infine tra gli oggetti sacri vi è il calice di S. Elzeario di Sabran, del XIV sec., tutto di argento dorato con tondini di smalto policromo a figure sul piede, artisticamente lavorato. E’ alto cm 23.05 e pesa kg 0.650. Nei sei "tondini di smalto policromo", che sono sulla base polilobata, sono rappresentate immagini della Madonna, di S.Ottone e della Crocifissione. Al di sotto della coppa vi sono decorazioni di smalto con figure di uccelli.

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Via Annunziata - ex Chiesa dell'Annunziata
  • 83031 Ariano Irpino - Avellino

Contatti

  • Telefono: +39 0825 871139
Domenica, 24 Gennaio 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.