itzh-CNenfrdeiwjaptrues

Quadreria dei Poveri Vergognosi

Con i quadri che l'Ente ha gelosamente conservato per secoli, si è costruito un nuovo percorso espositivo, seguendo l'ordine dei vecchi inventari delle collezioni e lasciando riaffiorare in trasparenza, quello della collezione costituita dagli amministratori dei Poveri Vergognosi nei secoli passati per abbellire la propria residenza: è stato come rintracciare le tessere di più puzzles raggruppate per colore e dimensione e volerle riassemblare seguendo antichi disegni (i documenti d'archivio), inevitabilmente sbiaditi nel tempo.

Quadri riuniti con l'unico scopo di raccontare una storia, quella del padrone di casa, resa evanescente, lontana dalla realtà contingente, da una schiera di angeli, santi e sibille: un gioco di rimandi che, come un gioco di specchi, svanisce se si muta l'ordine originale.

Tra gli artisti presenti: Gian Antonio Burrini, Simone Cantarini, Marcantonio Franceschini, Carlo Cignani, Ercole Graziani, Bartolomeo Passerotti, Giuseppe Maria Crespi, Giovanni Maria Galli e tanti altri. L’ordinamento segue l’ordine dei vecchi inventari delle singole collezioni donate all’ente: la quadreria dei Marchesi Venenti (ereditata nel 1769 e comprensiva di un Palazzo, una villa ad Argelato, arredi, dipinti e disegni), quella dei marchesi Scarani, il nucleo proveniente dal collegio di Santa Marta.

Si consiglia di verificare gli orari di apertura sui siti web dei musei prima della visita.

Indirizzo

  • Via Marsala, 7 - Palazzo Marsili
  • 40122 Bologna

Contatti

  • Telefono: +39 051 2966211
  • Fax: +39 051 226100
Sabato, 21 Maggio 2016

Scrivi una recensione

Non usare questo form per contattare la struttura.