Martino Longhi il Vecchio

Martino Longhi il Vecchio

Martino Longhi il vecchio (Viggiù, 4 aprile 1534 – Roma, 11 giugno 1591) è stato un architetto italiano, architetto papale a Roma nella seconda metà del XVI secolo, fu il capostipite di una dinastia di architetti alla quale appartennero fra gli altri il figlio Onorio e il nipote Martino.

Proveniente da Viggiù in Lombardia, lavorò inizialmente in Germania, per la famiglia austriaca del cardinale Marco Sittico Altemps, che era imparentata con la famiglia dei lombardi Borromeo. Più tardi fu ingaggiato da Pio V per collaborare con Giorgio Vasari e Jacopo Barozzi da Vignola al cantiere della basilica di Santa Croce a Bosco Marengo, suo borgo natale (1566-1572).

Stabilitosi a Roma fin dal 1569, Longhi lavorò a Palazzo Altemps, Palazzo Borghese (è suo il cortile a colonne binate, ispirato forse a moduli di Pellegrino Tibaldi), Palazzo Cesi-Armellini e progettò le chiese di Santa Maria della Consolazione e San Girolamo degli Schiavoni.

Opera sua è anche la torre del Palazzo Senatorio in Campidoglio, su due ordini e ben più elevata di quella dell'originario progetto di Michelangelo.

Opere di Martino Longhi il vecchio in Italia

Luoghi della Cultura